Friday, May 05, 2006

Kitchen Confidential

Ultimamente sto leggendo questo libro....
sarcastico, libero, ma soprattutto vero e verosimile...
Anthony Bourdain ha un modo di descrivere fatti persone e cose con molta semplicità e immediatezza, dà l'impressione di non essere uno chef geloso della sua arte, ma al contrario ti racconta gli eventi e i fatti in modo da renderti protagonista della storia.

Non mi sono dimenticata della blogosfera gastronomica, ma avendo questo periodo grandi problemi col cibo, non riesco a cucinare o a mangiare nente! (E per fortuna che dicevano che alla fine del terzo mese finiva tutto... Io ho quasi finito la prima settimana del quarto e ancora I'm praying to the porcelain god!)

7 comments:

berso said...

già letto.
in molti aspetti è molto vicino alla realtà, ma in altri è molto di fantasia, almeno secondo me.
Vedi tradimento della sposa dopo pranzo o storie di mecenati mafiosi.

Sappimi dire

violacea said...

condivido pienamente il giudizio di berso. E' senz'altro un bel libro, a tratti dissacrante, e la figura dello chef tossico e brillante è molto affascinante, ma alla fine si arriva sempre al punto di partenza: troppo americano..

veronica said...

beh se non infarcisci con la fantasia e le iperboli.. che ci fai di una storia di un cuoco? non perché non sia interessante sapere coem si muove un cuoco fra i fornelli, ma perché la letteratura ormai cerca lo sempio e l'inverosimile...
questo creod sia il primo libro americano non commerciale che leggo, ho letto il "villaggesco" dan brawn da cui non ho imparato niente se non a diffidare degli scrittori che ambientano i loro libri in posti mai visti....

Anonymous said...

Ciao! anch'io lo sto leggendo proprio in questi giorni... Affascinante per alcuni versi, pessimo per l'uso ricorrente del turpiloquio. Buone le idee che sono alla base della sua passione per il cibo.giusy

il maiale ubriaco said...

non letto, ma ci penseró. se qulcuno poi fosse disposto ad inviarmene una copia...sa..sono in Inhgilterra e non é facile reperire letteratura straniera interessante. Cerca di mangiare...é sempre importante, anche quando non se ne sente un forte bisogno.

Re

violacea said...

redclanne, in effetti è un libro americano quindi potresti tranquillamente trovarlo, anche se in lingua originale..

Tulip said...

ancora disturbi??!!

uffa......

dai dimmi che stai meglio!

Baciotti