Sunday, February 12, 2006

le alici alla giudia

oggi nonna a pranzo ha cucinato per la truppa una cosa buonissima che era tanto tempo che non mangiavo perché è come se sia sia perduta nella memoria di noi romani...
è il tortino di alici e indivia, detta dalla cara nonnina alici alla giudia, perché questo piatto proviene dalla tradizione culinaria degli ebrei romani.
Mi sono fatta spiegare il piatto, veramente semplice da preparare e davvero sorprendente per l'accostamento un po' amaro dell'indivia e il sapore delicato delle alici.
Ci vogliono un chilogrammo di alici freschissime (le compri al mercato però eh?, si racocmanda nonna!) e un piede grande di indivia. Poi ci vuole olio sale, pepe e il forno caldo.
si puliscono le alici finchè non rimangono i filetti deliscati, si lava accuaratamente l'indivia facendo attenzione a togliere ogni residuo di terra e di compone il piatto cominciando col foderare una teglia tonda con l'indivia cruda condita con olio sale e pepe e poi uno strato di alici. si continua a strati finché non si esauriscono gli ingredienti, facendo attenzione a condire ogni strato senza però esagerare con il condimento. Si inforna finché le alici non sono cotte e l'acqua di cottura che fuoriesce dall'indivia non è qausi completamente assorbita.
Buon appetito!

2 comments:

la frattaglia said...

I famosi aliciotti con l'indivia. Meglio ancora il giorno dopo, appena stiepiditi.

La comunità si ingrandisce. Un benvenuto speciale nella blogosfera perchè sei romana. Evviva!

veronica said...

grazie del benvenuto...